Tracciabilità degli oli lubrificanti

Tracciabilità degli oli lubrificanti (LUB)

Modifiche all’art. 7-bis del Decreto Legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 (TUA – Testo unico accise)

Nell’ambito dell’attività di tracciabilità degli oli lubrificanti, è disponibile l’applicazione denominata LUB, che telematizza il processo di registrazione dei soggetti coinvolti. Il suddetto processo è chiamato “Codice Amministrativo di Riscontro”.

Tale progetto permetterà di tracciare i trasferimenti degli oli lubrificanti di cui al codice NC da 2710 19 81 a 2710 19 99 e, per le preparazioni lubrificanti, di cui al codice NC 3403.

Il codice può essere richiesto, non prima delle 48 ore precedenti all’introduzione dei prodotti nel territorio nazionale e comunque almeno 12 ore prima dell’introduzione stessa:

1) dal soggetto mittente che effettua la prima immissione in consumo, per prodotti provenienti da un altro Stato membro dell’Unione europea e destinati ad essere immessi in consumo nel territorio nazionale;

2) dal mittente dei prodotti, ovvero da un altro Stato membro dell’Unione europea e destinati in consumo nel territorio nazionale.

Quindi, al fine di consentire la richiesta dell’Identificativo Univoco e la richiesta del CAR, secondo quanto indicato dalla norma, è disponibile in ambiente reale l’applicativo LUB all’interno della sezione PUDM del sito dell’Agenzia Dogane Monopoli.

EVOLUTIVE SVILUPPATE SUCCESSIVAMENTE

Qui di seguito elencate, alcune modifiche richieste dalle Associazioni di categoria:

1. In fase di emissione del CAR, è possibile inserire del testo libero nel nuovo campo Note, visualizzabile tramite tooltip, attivabile cliccando sul pallino blu.

2. Per i soggetti mittenti, è possibile associare più Identificativi Univoci – IU ad una singola partiva IVA, anche richiedendo l’IU nella stessa giornata.

PROCEDURA DI RISERVA

Nello specifico, la funzionalità della procedura di riserva è costituita dai seguenti punti:

• Tramite il tasto “Nuovo CAR in differita” è possibile inserire CAR di transito (riservati al mittente) e CAR da destinare (riservati al destinatario);

• L’annullamento e la modifica, è in carico al mittente per i CAR in differita di transito ovvero al destinatario per i CAR da destinare, e sono visualizzabili anche per mezzo del numero di CAR provvisorio.

Per altri dettagli inserenti il settore Energy, potete consultare il nostro trittico sul blog.

di Ignazio Rito

Torna su